Progetto Mosaico - Seconda Tappa Barbagia-Mandrolisai

 

 

 

PROGETTO MOSAICO "Barbagia Mandrolisai"

Un territorio con grandi potenzialità nel settore agroalimentare e ricettivo con la creazione di un marchio d’area.     
Importante disponibilità anche da parte della GDO per commercializzare i prodotti tipici.

Fonni, 2 Dicembre 2011

 

Il territorio della Barbagia e Mandrolisai deve puntare sullo sviluppo dell’agroalimentare di qualità e sul turismo ambientale. Per fare ciò serve un marchio d’area che connoti e garantisca il prodotto locale, investimenti infrastrutturali che rendano agevole il raggiungimento dell’area e migliorino i servizi. Serve anche una più profonda cultura d’impresa e di consumo dei prodotti locali insieme ad una politica di vendita e promozione di prodotti tipici verso i canali della grande distribuzione, capaci di aprire importanti mercati locali e nazionali.  

Queste sono le principali conclusioni emerse dal secondo appuntamento del progetto itinerante MOSAICO di Confindustria,  finalizzato alla valorizzazione e promozione delle aziende e del territorio della provincia di Nuoro e Ogliastra. L’incontro di Fonni con il convegno dal titolo “Le imprese nella  Barbagia e nel Mandrolisai: le prospettive di sviluppo nella Sardegna Centrale” ha coinvolto oltre 150 presenti tra imprenditori, istituzioni locali ed esponenti politici regionali  nazionali del territorio  ha quindi contribuito ad indicare proposte e linee di azione per favorire lo sviluppo di un’area che ha tante potenzialità e che nonostante la frammentazione delle imprese vanta importanti realtà della lavorazione delle carni, formaggi  e dolci.

Nell’area operano singole aziende che per le produzioni dolciarie utilizzano oltre 10 milioni di uova all’anno, e altre che in settori come quello del sughero producono oltre 20 milioni di tappi e un comparto ricettivo con oltre 200 strutture che gravitano sui 18 comuni dell’area che rientrano nello Sportello Confindustria che sarà attivato a breve e che è stato presentato proprio in occasione del convegno. Numeri relativamente modesti se confrontati con realtà più sviluppate, ma sorprendentemente vitali e capaci di crescere ulteriormente se messe nelle condizioni di farlo. 

 

VIDEO SULLE AZIENDE DEL TERRITORIO

 

 

Ma non basta produrre qualità: bisogna saperla promuovere, ampliare la gamma dei prodotti, rispettare costantemente standard di produzione, assicurare logistica e, soprattutto, favorire un ampio cambiamento culturale del territorio, per diffondere logiche collaborative, sinergie ed una adeguata educazione al consumo ed uso di prodotti di qualità, in particolare verso i canali della ricettività costiera ma anche delle stesse zone interne, dove spesso non si ha consapevolezza di cosa si produce.  

Mosaico fa emergere un filo conduttore già evidente nel primo appuntamento di ottobre a Macomer e confermato venerdì a Fonni: l’agroalimentare e la ricettività sono elementi comuni e potenziali volani di crescita d’impresa e di benessere economico ed occupazionale per il territorio. Va quindi sostenuto un progetto di valorizzazione del settore che costruisca filiere e rapporti di fornitura per materie prime lavorazioni locali. Sulla grande distribuzione le imprese agroalimentari della Barbagia Mandrolisai hanno già avviato forme di collaborazione, con diversi gruppi che già forniscono la GDO. Ma gli spazi di miglioramento sono molto ampi, come ha potuto confermare Michele Orlandi, direttore generale di Conad Mediterraneo che nell’apprezzare i prodotti del territorio evidenzia la necessità di un miglioramento ed ampliamento degli assortimenti, della logistica e del marketing.    

Il territorio ha molte opportunità per crescere – ha evidenziato il presidente dell’Associazione Roberto Bornioli -  a patto che vengano utilizzati in modo efficace anche  gli strumenti di sviluppo locale come il GAL Barbagia Mandrolisai ed il PIA, che sostengono le imprese e gli investimenti infrastrutturali del territorio. Serve quindi coesione sociale e un progetto condiviso, facendo quadrato intorno al territorio e combattendo lo popolamento. Una tesi condivisa anche dai politici presenti Costantino Tidu, Giuseppe Luigi Cucca Pietro Pittalis e Bruno Murgia.

Il prossimo appuntamento di Mosaico è previsto in Ogliastra.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it
Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version