EDILIZIA Sent. Corte Costituzionale – L.R. (cd. Leggina di manutenzione)

Con la sentenza della Corte Costituzionale n. 178/2018, è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale di alcuni articoli della L.R. 11/207 (cd. Leggina di manutenzione).

La legge in oggetto è stata ritenuta in contrasto con le norme fondamentali in materia di paesaggio contenute nella legislazione statale, andando oltre le competenze che le sono attribuite dallo Statuto fino a violare l'articolo della Costituzione che affida allo Stato la competenza esclusiva in materia di tutela dell'ambiente, ecosistema e beni culturali.
Si tratta di questioni paesaggistiche e della normativa sugli usi civici. Con riferimento alle norme che hanno modificato la L.R. 8/2015 è stata dichiarata illegittima la norma che consentiva il l trasferimento del patrimonio edilizio esistente mediante interventi di demolizione e ricostruzione con differente localizzazione degli edifici ricadenti “ in aree all'interno delle zone urbanistiche omogenee E ed H ed interne al perimetro dei beni paesaggistici di cui all'articolo 142, comma 1, lettere a), b), c), ed i) del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137), e successive modifiche ed integrazioni” in quanto non in linea con il quadro nazionale ed in particolare con gli articoli 135 e 143 del Dlgs 42/2004.

La Corte ha stabilito che l’individuazione degli immobili incompatibili con i valori paesaggistici da rilocalizzare in altre aree non di pregio non può avvenire unilateralmente in quanto si tratta di scelte che spettano ai piani paesaggistici regionali e devono essere svolte congiuntamente dallo Stato e dalla Regione.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Rosanna Deriu
Telefono: 0784 233318
Fax: 0784 233301
E-mail: r.deriu@assindnu.it

Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version