La sicurezza nelle forniture di calcestruzzo

Il Convegno dal titolo “La sicurezza nelle forniture di calcestruzzo”, tenutosi presso l’Ance nei giorni scorsi ha messo in evidenza come sia fondamentale, durante le operazioni di fornitura di calcestruzzo, definire precise procedure tra impresa e fornitore finalizzate alla reciproca informazione e coordinamento circa i rischi connessi all’attività, regolati per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro dai commi 1 e 2 dell’art. 26 del D.lgs. 81/08 e s.m.i..

Il Ministero del lavoro, che ha partecipato ai lavori, ha evidenziato come non vi sia obbligo di redazione del Piano operativo della sicurezza (POS) da parte delle imprese fornitrici di calcestruzzo laddove la fornitura avvenga senza un coinvolgimento attivo del proprio personale.

Nei casi in cui l’impresa fornitrice di calcestruzzo non partecipi in alcun modo alle lavorazioni è necessario applicare quanto prescritto dall’art. 26 del D.lgs. 81/08 così come modificato dal D,lgs. 106/09 in termini di collaborazione e informazione reciproca tra datori di lavoro di tali imprese, così come precisato dall’art. 96 del D.lgs. 81/08 e s.m.i.

A disposizione degli interessati lettera circolare del Ministero del Lavoro in ordine all’approvazione della Procedura per la fornitura di calcestruzzo in cantiere, scheda informativa dell’impresa esecutrice e scheda informativa dell’impresa fornitrice del calcestruzzo preconfezionato. Ulteriori atti del convegno.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Rosanna Deriu
Telefono: 0784 233318
Fax: 0784 233301
E-mail: r.deriu@assindnu.it

Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version