ALLUVIONE 2013 Istituita la Zona franca nei territori dei Comuni colpiti

 

Alluvione 2013 | Zona franca nei territori dei Comuni colpiti 

 

L’articolo 13-bis del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2015, n. 125 e successive modificazioni e integrazioni, ha istituito una zona franca nel territorio dei comuni della regione Sardegna colpiti dall’alluvione del 18 e 19 novembre 2013 per il quale è stato dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei ministri del 19 novembre 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 22 novembre 2013.

In applicazione di quanto disposto dalla norma istitutiva della zona franca, con decreto interministeriale 7 marzo 2018 sono stati definiti il perimetro della zona franca e le agevolazioni da concedere alle imprese localizzate all’interno della stessa. 

Il Decreto è stato pubblicato nella gazzetta ufficiale del 21 maggio 2018

A chi è rivolta la misura

Possono beneficiare della agevolazione, consistente in un contributo in conto capitale da fruire mediante compensazione tramite modello F24, le imprese di micro e piccola dimensione ubicate all’interno della zona franca, il cui perimetro è costituito dal territorio dei Comuni individuati nella tabella A allegata all'ordinanza del Commissario delegato per l'emergenza n. 16 del 10 dicembre 2013 e successive modifiche e integrazioni.

Per la concessione delle agevolazioni, riconosciute ai sensi e nei limiti del regolamento de minimis 1407/2013, sono disponibili 4.900.000 milioni al netto degli oneri per la gestione dell’intervento.

 

Tipologia delle agevolazioni

Il contributo è concesso in regime de minimis  per un importo massimo spettante pari all’ammontare complessivo dei ricavi dell’impresa fermi restando i limiti previsti dal Regolamento de minimis. 

Nel caso in cui l’importo delle agevolazioni complessivamente spettante alle imprese istanti sia superiore all’ammontare delle risorse finanziarie disponibili, il Ministero procede al riparto delle risorse disponibili in proporzione al contributo massimo spettante a ciascun beneficiario.

Il Ministero comunica all’Agenzia delle entrate, con modalità telematiche, entro 5 giorni lavorativi dalla data di pubblicazione di assegnazione del contributo, i dati identificativi di ciascun beneficiario, compreso il relativo codice fiscale, nonché l’importo dell’agevolazione concessa. 

 

Presentazione delle domande

I criteri di accesso, le modalità e i termini per la presentazione delle domande saranno definiti con circolare del Direttore generale per gli incentivi alle imprese.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it
Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (DM-7-marzo-2018.pdf)DM-7-marzo-2018.pdf555 kB
Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version