Polo estrattivo di Orosei: pubblicata la delibera RAS sugli interventi di recupero


È stata pubblicata la delibera della Regione Sardegna sugli interventi di salvaguardia e recupero delle aree degradate dalle attività estrattive dismesse del Comune di Orosei.

 

In sintesi, gli atti di indirizzo della RAS prevedono:

• di destinare agli interventi di ripristino e recupero delle aree degradate le risorse finanziarie accertate dall'Unione dei Comuni della Valle del Cedrino in merito alla compatibilità paesaggistica;

 

• di individuare il Comune di Orosei quale ente attuatore degli interventi;

 

• di dare mandato all'Assessorato degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica a siglare un Protocollo d'intesa con il Comune di Orosei per promuovere azioni di riqualificazione paesaggistica

 

Gli atti di indirizzo ricordano le competenze in capo ai vari soggetti e, in particolare, sottolineano che:

• la competenza per l'accertamento della compatibilità paesaggistica è in capo all'Unione dei Comuni della Valle del Cedrino, ente delegato;

 

• le autorizzazioni paesaggistiche per l'apertura di nuove attività o il proseguimento di quelle in atto resta in capo al Servizio di tutela paesaggistica per le province di Nuoro e Ogliastra;

 

• il Comune di Orosei, invece, provvede a incamerare le sanzioni previste dall'art. 167 del D.Lsg. 42/2004, secondo cui chi realizza opere abusive in ambiti sottoposti a vincolo paesaggistico è tenuto al pagamento di un'indennità pecuniaria.

 

Per legge, tale indennità pecuniaria è dovuta da chi, «senza la prescritta autorizzazione paesistica, o in difformità da essa, lavori di qualsiasi genere su beni ambientali».

 

Nella delibera in oggetto la Regione riconosce l'importante sforzo compiuto dal polo estrattivo di Orosei che nel recente passato con la regia dell'amministrazione comunale ha portato avanti una serie di azioni per alla regolamentazione dell'attività estrattiva e alla «regolarizzazione di ogni singola attività sotto l'aspetto paesistico con l'accertamento della compatibilità paesaggistica». 

In particolare, si fa riferimento al Piano degli insediamenti produttivi delle zone "D" destinate cave e stabilimenti del Servizio tutela paesaggistica delle province di Nuoro e Ogliastra.

 

La delibera precisa che le ditte interessate dagli interventi di coltivazione sono tenute a predisporre i progetti di accertamento della compatibilità paesaggistica e di proseguimento dell'attività estrattiva

 

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it
Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version