INDUSTRIA 4.0 | Iper-ammortamento | L'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni dubbi

IPER-AMMORTAMENTO 2018

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito alcuni aspetti relativi alle agevolazioni per gli investimenti in beni strumentali nuovi, confermate dalla legge di Bilancio 2018. In particolare, l'Agenzia delle Entrate si è soffermata sui meccanisci della proroga dell’iper-ammortamento, la possibilità di sostituire i beni agevolati e l’interconnessione. 

»»» IPER-AMMORTAMENTO

L’Agenzia ha spiegato che la possibilità di continuare a fruire dell’iper-ammortamento anche in caso di sostituzione dei beni originariamente agevolati con altri in possesso di caratteristiche analoghe o superiori, si applica anche ai soggetti che fruiscono dell’iper-ammortamento in base alla normativa contenuta nella legge di Bilancio 2017. È quindi possibile, a partire dal 2018, sostituire anche i beni iper-ammortizzabili acquisiti nel biennio 2016/2017, avvalendosi della norma in parola.

È stato innanzitutto affermato che l’estensione dell’iper-ammortamento agli investimenti effettuati nel 2018 (o, a determinate condizioni, entro al 31 dicembre 2019), stabilita dalla legge n. 205/2017, produce effetti anche per le imprese che, in vigenza della precedente normativa, avevano ricevuto l’accettazione dell’ordine dal fornitore ma non avevano effettuato il pagamento dell’acconto, in misura pari al 20%, entro il 31 dicembre 2017.

I beni ordinati nel corso di tale anno possono, pertanto, fruire dell’agevolazione ora prevista per gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2018 oppure entro il 31 dicembre 2019 (a condizione che l’acconto del 20 per cento sia pagato entro il 31 dicembre 2018). Risulta, pertanto, confermato che per l’iper-ammortamento (e il super-ammortamento dei beni immateriali strumentali) è stata prevista una vera e propria proroga dei termini.

Per il super-ammortamento dei beni materiali è stata, invece, sancita una riapertura dei termini, limitando al 30 per cento la percentuale di maggiorazione del costo di acquisizione ed escludendo i mezzi di trasporto utilizzati esclusivamente quali beni strumentali nell’attività propria dell’impresa.

 

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it
Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version