Attivata la piattaforma elettronica per la certificazione del credito

Vi informiamo che – nell'ambito della procedura di compensazione dei crediti – il Ministero dell'Economia e Finanze (MIF) ha attivato la piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti delle imprese nei confronti delle pubbliche amministrazioni (PA). Quando possibile, la piattaforma elettronica potrà essere utilizzata anche per la compensazione dei crediti certificati con debiti iscritti a ruolo la piattaforma: attraverso la piattaforma elettronica gli agenti di riscossione potranno verificare l'esistenza e validità delle certificazioni, nonché comunicare agli enti debitori e impositori l'avvenuta compensazione.

Secondo quanto indicato in una circolare ministeriale, l'utilizzo della piattaforma elettronica prevede semplificazioni nella cessione dei crediti: in particolare, non sarà necessaria la cessione nella forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata e sarà eliminato l'obbligo di notificazione alle amministrazioni debitrici.

Per quanto concerne l'entrata in funzione della piattaforma si segnala che al momento è utilizzabile soltanto dalle amministrazioni statali, enti pubblici nazionali, Regioni, Province autonome, enti locali ed enti del Servizio Sanitario Nazionale che avranno 30 giorni per richiedere l'abilitazione sul sistema.

A partire dal 18 novembre, i creditori della PA per somministrazioni, forniture e appalti potranno abilitarsi sulla piattaforma e presentare alla PA debitrice domanda di certificazione del credito, utilizzando il modello generato dal sistema.

I decreti attuativi pubblicati pochi giorni fa stabiliscono che se le amministrazioni pubbliche (Stato, enti pubblici nazionali, Regioni, enti locali, enti del SSN) non provvedono, entro 30 giorni dalla data di entrata in funzione della piattaforma elettronica (18 ottobre 2012), ad abilitarsi sulla piattaforma stessa, il sistema potrà comunque acquisire, ai soli fini della decorrenza dei termini per l'attivazione dell'istanza di nomina del commissario ad acta, le istanze di certificazione dei creditori di tali amministrazioni.

Da indicazioni del Governo, nei decreti ministeriali qualora le PA non provvedano entro il termine sopra indicato ad abilitarsi sulla piattaforma, i creditori potranno comunque utilizzare la piattaforma stessa.

L'accesso alla piattaforma si può effettuare attraverso il sito www.tesoro.it/certificazionecrediti.

Il 22 ottobre il Ministero e l'Associazione delle Banche Italiane hanno sottoscritto una Convenzione che permette l'accesso alle banche e agli intermediari finanziari di accedere alla piattaforma elettronica. Il collegamento tra la piattaforma elettronica pubblica e il sistema finanziario permette a banche e intermediari finanziari di verificare direttamente lo stato del credito, velocizzando e semplificando le procedure di anticipazione o sconto per le imprese fornitrici della pubblica amministrazione.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it

Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version