SETTORE AGROALIMENTARE | Regolamento d'uso del marchio dell'agroalimentare

 

Approvato in via definitiva il regolamento d'uso del marchio dell'agroalimentare garantito dalla Regione Sardegna

 

Con la delibera della Giunta Regionale del 17.03.2015 n. 10/16 è stato approvato in via definitiva il regolamento d'uso del marchio dell'agroalimentare garantito dalla Regione Sardegna (vedi documenti in allegato).

Il regolamento disciplina gli aspetti meramente formali di concessione del marchio (titolarità, ente gestore, concessionari, la procedura da seguire per richiederlo, come utilizzare il marchio dal punto di vista formale, chi sono enti di controllo e di certificazione).

Gli aspetti "di sostanza", i requisiti tecnici e le norme di produzione cui dovranno attenersi i produttori che vorranno aderire al sistema di certificazione dovranno essere indicati nelle Linee Guida e nei Disciplinari di produzione, ancora da elaborare. Con la delibera del 17 marzo 2015 è stato dato mandato agli uffici dell'Assessorato all'Agricoltura di predisporre un progetto di "Linee guida per l'elaborazione dei disciplinari" in base alle quali saranno redatti i progetti di disciplinare. 

Cosa dice la delibera

  • il regime di qualità è aperto a tutti gli operatori dell'Unione europea senza necessità di avere sede legale in Sardegna. Il marchio può essere concesso a tutti i prodotti agricoli e alimentari realizzati nell'ambito dell'Unione europea – senza alcune limitazione di provenienza. È sufficiente rispettare le regole stabilite nei disciplinari di produzione (che devono ancora essere approvati).
  • I disciplinari saranno curati da specifici "gruppi di lavoro", individuati per ogni filiera produttiva.
  • Tra le modifiche richieste dalla Commissione europea – e recepite dalla Regione - anche la sostituzione della dicitura "Qualità Sardegna" con la dicitura "Qualità garantita dalla Regione Sardegna".

Come fare per richiedere il marchio

Le aziende che intendono utilizzare il marchio devono farne richiesta all'Argea Sardegna. La domanda, da compilarsi in carta semplice sotto forma di autocertificazione (ai sensi del DPR 445/2000), dovra indicare:

  • nome del prodotto
  • anagrafica e descrizione dell'azienda
  • Organismo di controllo preposto ai controlli per la certificazione

L'Argea istruisce la domanda entro 30 giorni e può concedere l'uso del marchio o respingere l'istanza.

L'autorizzazione all'uso del marchio è gratuita e ha una durata di 5 anni. Occorre presentare domanda per il rinnovo.

Sistema di controllo qualità

  • Ogni concessionario può scegliere tra organismo di controllo privato o un'Autorità pubblica (la Regione ha individuato l'Agris Sardegna come autorità pubblica di controllo del sistema di certificazione)
  • È istituito il registro del marchio tenuto da Argea Sardegna
  • I costi di certificazione sono a carico del concessionario

 

Vista la delicatezza del tema, su cui come Associazione siamo intervenuti in più occasioni, ci riserviamo di fare valutazioni più approfondite nei prossimi giorni.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it
Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version